Carrozzine ortopediche per disabili e anziani

Le carrozzine ortopediche per disabili ed anziani sono delle strutture mobili su due ruote utilizzate da persone che hanno difficoltà o impossibilità a camminare a causa delle loro ridotte capacità di deambulare dovute a malattie, disabilità o infortuni. Esse rappresentano l’ausilio più utilizzato e più diffuso indispensabile per la mobilità in quanto costituiscono uno strumento importante per aumentare la possibilità di potersi spostare su brevi distanze garantendo una migliore qualità di vita a chi la utilizza. Esistono varie tipologie di carrozzine ortopediche per disabili ed anziani, ognuna più adatta ad una determinata esigenza. A seconda delle proprie necessità e delle proprie patologie, infatti, è possibile identificare il mezzo più adatto sia per le sue componenti che per la struttura stessa. Ve-diamo allora di seguito quali sono le diverse tipologie di carrozzina.

Carrozzine ortopediche tipologie

Le carrozzine ortopediche per disabili ed anziani si suddividono in tipologie secondo due diversi parametri: il tipo di trazione e le caratteristiche tecniche. Esistono sul mercato carrozzine leggere, super leggere, elettriche, pieghevoli, per bambini ed addirittura carrozzine sportive e carrozzine da mare. Generalmente, lo scopo della carrozzina è quello di offrire più autonomia al paziente rendendo più facili ed agevoli i suoi spostamenti; inoltre deve tutelare la sua salute ed il suo benessere fisi-co, consentendogli un più semplificato utilizzo del resto del corpo al fine di evitare il manifestarsi di complicazioni dovute all’obbligata posizione seduta (dolori posturali cronici, piaghe da decubito etc). Le carrozzine leggere sono costituite da materiali leggeri come il titanio e l’alluminio ed il loro peso varia da un minimo di 8 kg ad un massimo di 16 kg. Quello che più influisce sul peso sono le pedane, le spondine ed il telaio. Ovviamente anche le parti di secondaria importanza come gli accessori influiscono sul peso della carrozzina. Le carrozzine super leggere, invece, sono costituite da leghe o materiali super leggeri e molto robusti, come ad esempio il carbonio. Grazie alla tecnologia avanza-ta e a questi materiali molto sofisticati, queste carrozzine ortopediche posseggono un’incredibile leggerezza, senza però comprometterne il comfort e la stabilità. Le carrozzine elettriche sono il mezzo fondamentale per i disabili o gli anziani che non riescono a spingersi in maniera autonoma a causa della gravità della loro patologia oppure per l’impossibilità di muovere gli arti superiori. Grazie alle loro numerose funzionalità esse permettono a chi le utilizza di potersi muovere molto più facilmente in vari tipi di ambiente. In commercio ne esistono di due tipi: per uso interno e per uso esterno; inoltre esistono modelli omologati sia per adulti che per bambini. Esistono poi le carrozzine pieghevoli le quali sono costituite da un telaio pieghevole che consente di guadagnare sia in termini di dimensioni, offrendo un minore ingombro ed un più facile trasporto, che di stabilità sulle superfici. Vi sono inoltre carrozzine da mare le quali consentono di spostarsi su terreni nevosi e sabbiosi; le carrozzine sportive che consentono prestazioni sportive di gran lunga migliori rispetto ad una normale carrozzina; infine le carrozzine da bagno

costituite da materiali idrorepellenti che vengono utilizzate soprattutto per l’igiene personale del paziente.

Carrozzine ortopediche disabili o anziani

Ricorrere alla carrozzina è una necessità che sopraggiunge quando un individuo diventa anziano oppure si trova a dover affrontare una disabilità transitoria, costituita da difficoltà motorie e problemi deambulatori. Le carrozzine per anziani da transito e ad autospinta sono state ideate per offrire la possibilità a persone con queste problematiche di percorrere tragitti più o meno lunghi, che altrimenti non sarebbero capaci di compiere senza l’aiuto di una carrozzina. L’elemento distintivo delle carrozzine da transito è quello di possedere le ruote posteriori non molto grandi, in modo da venir spinte facilmente da un accompagnatore mediante le impugnature posizionate dietro la seduta. La carrozzina ad autospinta, invece, è utile a coloro i quali posseggono autonomia nell’utilizzo delle mani, dunque nello spingersi autonomamente. Essa è costituita da ruote posteriori più grandi di quelle anteriori e munite di corrimano in modo tale che il paziente imprima egli stesso il movimento. Inoltre egli ha anche il totale controllo del sistema dei freni, posizionato sulle ruote posteriori e dunque accessibile agevolmente.