Camicie da uomo conto terzi

Per chi ha come sogno nel cassetto quello di creare una linea di abbigliamento, per ottenere il giusto successo dovrà innanzitutto imparare a gestire il budget a disposizione, saper vendere il prodotto che si va a proporre, e riuscire a soddisfare tutte le esigenze del cliente.

Un capo che non passa mai di moda e usato in tutte le occasioni, dai contesti sportivi a quelli eleganti, adatto a tutte le generazioni, è sicuramente LA CAMICIA, ed in particolare la “camicia da uomo“.

Ci occuperemo qui di seguito, della strada da intraprendere per realizzare un proprio brand che riguarda questo capo d’abbigliamento, che possiamo definire senza alcun dubbio intramontabile.

Come creare una camicia da uomo con il proprio brand

Il primo punto da cui iniziare è sicuramente stilare un “business plan” che metta in chiaro il metodo che si intende usare per gestire la propria linea. Di seguito si cercherà di riassumere i piani per il futuro e un modo convincente per catturare potenziali investitori e poter finalmente creare la propria camicia maschile da commercializzare.

Molto importante è specificare come sarà la linea di camicie, qual è la caratteristica che permette di differenziare questa linea da quella delle aziende concorrenti, e soprattutto il mercato in cui ci si vuole inserire.

La priorità massima dev’essere sempre data ai progetti finanziari della propria casa di moda, in quanto linfa vitale dell’azienda stessa, soprattutto in una fase iniziale. Bisogna stabilire di quanto denaro si ha bisogno, e decidere se mettere mano ai propri risparmi o richiedere un prestito bancario, tenendo conto che i costi da affrontare non sono pochi, in quanto bisogna anticipare i soldi per la mano d’opera, la pubblicità, e tutte le spese che comunque un’attività comporta.

Quando si decide di creare un proprio brand, bisogna tener conto tra le altre cose, dell’aspetto legale, e cioè stabilire che tipo di società si vuole creare ( S.p.a., S.r.l. o cooperativa), e assumere un commercialista o un avvocato a cui affidarsi. Bisogna essere in possesso di partita IVA e licenza in modo da poter emettere o accettare i vari pagamenti.

Se si è invece, già proprietari di un negozio d’abbigliamento che vende capi di diversa provenienza, un’idea da prendere in considerazione potrebbe essere quella di creare un distaccamento nel negozio stesso, uno spazio dedicato solo ed esclusivamente al proprio brand di camicie da uomo che abbiano il proprio marchio. Un’idea migliore sarebbe affittare un locale separato, in modo che si crei a tutti gli effetti un’identità completa del proprio brand di camicie, infatti, venderle ai clienti in modo separato farà sì che vengano considerati dallo stesso capi più esclusivi.

Un brand di tutto rispetto deve trovare un’identità propria, dando vita a un proprio logo, che poi in seguito sarà riportato su biglietti da visita e tabelle. Una mossa molto astuta da parte del proprietario del negozio, è sicuramente quella di vendere un accessorio in coordinato, anche appartenente ad un altro marchio, come una giacca o una cravatta, e proporre un’offerta che comprenda la vendita di entrambi ad un prezzo conveniente.

Vestire i propri manichini in vetrina, con le camicie da uomo riportanti il proprio logo, farà sì, che anche la clientela che ancora non conosce il nuovo brand, scopra la nuova linea.

Molto spesso, l’idea di realizzare un proprio brand, può risultare la scelta più indicata per superare una crisi economica aziendale.

Articolo scritto gratuitamente dallo staff di:

Camicie Italia la fabbrica di camicie uomo conto terzi e all’ingrosso made in Italy.