Vantaggi e svantaggi dei mutui on line

Chi ha maturato la decisione di effettuare l’acquisto della prima oppure seconda casa, ha la possibilità di consultare la guida ai mutui on line sul sito guida-mutui, si tratta di mutui alternativi rispetto a quelli tradizionali, è possibile quindi optare per quelli online.

Sottoscrivere un mutuo

La scelta di sottoscrivere un mutuo con una banca è importantissima per una famiglia, perché andrà ad incidere sulla situazione finanziaria e se fatta in modo avventato potrebbe generare grandi problemi.

E’ bene pertanto considerare che le rate mensili da sostenere non dovranno mai superare un terzo dello stipendio ma se le spese che bisogna affrontare sono generalmente notevoli, la rata dovrà essere più bassa per non compromettere la situazione economica familiare.

E’ importante quindi, avere le idee ben chiare, soprattutto con una buona consapevolezza del passo che si sta compiendo.

Tra i mutui presenti sul mercato c’è anche quello on line che rispetto quello tradizionale viene sottoscritto effettuando tutte le operazioni occorrenti via internet senza mai recarsi in banca. Partendo dalla richiesta, alla scelta del tasso d’interesse e all’invio della documentazione. Quindi, pure la gestione del mutuo avviene online mediante i sistemi di home banking forniti, oggi, da tutte le banche.

E’ importante anche per i mutui online valutare più di un’offerta, rivolgersi a più di una banca per andare a conoscere i tipi di mutui offerti, le differenze, infatti, fra l’una e l’altra possono andare ad incidere molto sul contratto e sull’importo delle rate.
Uno dei vantaggi maggiormente evidenti è quello di sottoscrivere un mutuo online e di poter valutare in con immediatezza più banche, andando a confrontare le varie offerte che potrebbero anche essere più vantaggiose rispetto i mutui tradizionali.
I costi potrebbero essere minori perchè avvenendo tutte le operazioni via web, le banche vanno a ridurre tanto i costi relativi agli intermediari fisici e quelli di filiale.
Ma per i mutui on line sono presenti anche degli svantaggi come quelli di non potersi interfacciare con un addetto alla banca per esporgli personalmente tutti i dubbi sulla sottoscrizione del mutuo e al rischio del verificarsi intoppi nella pratica.

Ingredienti per la carbonara

La carbonara è uno dei primi piatti più amati soprattutto dagli italiani, un piatto semplice da preparare ma che ha bisogno di esser preparato a dovere, per avere un buon risultato finale, ecco come fare la pasta alla carbonara. Innanzitutto si parte dagli ingredienti, scegliendo tra pancetta oppure guanciale, uova intere o soltanto tuorli. Ecco i segreti per una buona carbonara.
Secondo la tradizione è utilizzato il guanciale per preparare la carbonara, tagliato a dadini oppure a listarelle, dal sapore delicato rispetto alla pancetta ma in particolare meno sapido ed anche meno grasso.
Per quanto riguarda le uova, bisogna scegliere se utilizzare soltanto il tuorlo oppure le uova intere. Le uova non devono venire cotte ma devono formare una cremina che vada a circondare gli spaghetti, così da ottenere un composto più denso ed omogeneo che va ad accompagnare meglio la pasta nel piatto.
Il formaggio giusto invece tra pecorino e grana, dipende sicuramente dal gusto personale, ma la tradizione consiglia il pecorino.
Ecco gli ingredienti per 4 persone:
Spaghetti 400g
5 tuorli o 4 tuorli + 1 uovo intero
Guanciale 150g
Pecorino 80/100g
Sale
Pepe

Bisogna partire dal soffriggere il guanciale, tagliando la fetta a dadini oppure a listarelle, e lasciarlo cucinare in una padella antiaderente fino a farlo diventare croccante e un pò dorato. Successivamente si versano i 5 tuorli in una ciotola, si aggiunge un pizzico di sale e si mescola con una frusta, ottenendo un composto omogeneo e un pò spumoso.
Si aggiunge poi il pecorino, versandolo poco per volta ed infine si aggiunge il guanciale a dadini, e un po’ di pepe.
Cucinati gli spaghetti in abbondante acqua salata, si aggiungono al composto cremoso evitando di ripassarli sul fuoco. Non resta quindi che servire immediatamente, andando a condire i piatti a piacere con altro pepe oppure pecorino.
La carbonara è un piatto che in gran parte delle famiglie non manca mai e fa gola quasi a tutti, perché pur essendo un piatto semplice è sicuramente molto gustoso e nutriente, appagando i languorini ed accontentando i gusti di molte persone che a casa o al ristorante scelgono appunto di gustare una buona carbonara.
Semplici e pochi ingredienti rendono questo piatto davvero squisito e sempre molto richiesto anche nei ristoranti, soprattutto a Roma, dove nelle trattorie questo piatto va per la maggiore, insieme a qualche altra specialità casareccia.
Semplice da preparare, in poco tempo è possibile realizzare un piatto che ad ogni occasione ci sta sempre bene e che non manca quasi mai sulle tavole dei più buongustai.

La ginnastica contro la cellulite

Per molte persone la cellulite è un problema pesante, che deve essere risolto agendo su più fronti. Anche quando si cambia la propria dieta o si effettuano trattamenti estetici o medici, è importante aggiungere alla routine quotidiana dell’esercizio fisico, che permette di diminuire i depositi di adipe e di stimolare la circolazione sanguigna.

La cellulite e lo stile di vita
Seppur la cellulite tende a formarsi spesso per motivi di ereditarietà, molte persone tendono a manifestala in forme più importanti a causa di uno stile di vita scorretto. La mancanza di attività fisica è uno dei fattori principali che portano ad un aggravarsi dei noduli causati dalla cellulite. Per contenere il problema è fondamentale praticare un’attività fisica regolare, che permette di evitare gli accumuli adiposi, spesso causa di un aggravarsi evidente di questo disturbo.

Che esercizi praticare contro la cellulite
Per eliminare la cellulite con gli esercizi è importante scegliere lo sport giusto e praticarlo in modo corretto. Spesso chi ha una vita sedentaria tende a preferire una sporadica attività fisica molto intensa a sedute regolari in palestra, cosa che può peggiorare la situazione. Una singola giornata di sport molto pesante può causare danni all’apparto muscolo scheletrico, con benefici solo estemporanei, che non vanno a modificare in alcun modo le abitudini personali e l’allenamento muscolare. Per fare in modo che lo sport sia utile contro la cellulite è importante inserire all’interno della settimana almeno 2 o 3 sedute, che possono essere appuntamenti con il personal trainer in sala pesi, o passeggiate di almeno 30-45 minuti, o anche delle lunghe pedalate: almeno 40 minuti in bicicletta o con la cyclette in palestra.

Qualche consiglio
Le camminate o le gite in bicicletta sono efficaci solo se si mantiene un certo ritmo durante le sessioni, che permette di raggiungere una certa frequenza cardiaca a e di bruciare i grassi. Generalmente è opportuno, a piedi, raggiungere i mantenere i 5 km all’ora circa, mentre in bicicletta sarebbe meglio mantenere i 15-20 km all’ora. Per quanto riguarda gli esercizi a corpo libero è consigliabile effettuare sedute di almeno 30 minuti di durata, facendosi suggerire da un bravo personal trainer dei circuiti di esercizi, la cui intensità può essere aumentata gradualmente.

Perché l’esercizio fa bene
L’esercizio fisico è un importante alleato contro la cellulite, per vari motivi. Prima di tutto fare sport permette di diminuire i depositi di grasso localizzati, terreno fertile per lo sviluppo della cellulite; inoltre un corpo tonico e allenato tende ad avere una migliore circolazione periferica e a bruciare più calorie, anche a riposo.

Branding, come usare l’immagine per trasmettere i valori aziendali

Un consumatore o un’azienda, nell’acquistare dei prodotti o nel sottoscrivere dei servizi, di norma fa delle scelte. Questo significa che va a scegliere il prodotto o il servizio, tra i tanti che vengono proposti sul mercato di riferimento, sulla base di certi parametri che spaziano dalla qualità al prezzo e passando per la fiducia che si ha nel marchio. Grazie al marchio, che è comunemente definito anche con il termine inglese brand, nel momento in cui si acquista il prodotto o si sottoscrive un servizio il consumatore non fa infatti altro che un’associazione mentale.

Questo tipo di identificazione/associazione mentale viene detta branding, ovverosia la capacità di identificare l’immagine di un’azienda che attraverso il proprio marchio è in grado di trasmettere al mercato i propri valori. Essendo il branding quindi non un logo, e neanche un marchio, ma quel pacchetto di valori che si deve riuscire a trasmettere al consumatore finale ed ai clienti, ne consegue che nell’usare l’immagine per trasmettere i valori aziendali l’obiettivo è quello che ai nostri prodotti o ai nostri servizi i clienti e quelli potenziali associno dei pensieri che siano tanto piacevoli quanto invitanti, e possibilmente anche desiderabili pure agli occhi dei competitor.

Ed allora, come fare branding? Ebbene, fare branding significa avere cura di tutti quegli aspetti e di tutte quelle attività che permettono alle imprese di trasmettere ai clienti un’immagine positiva evitando che, invece, siano i competitor a definire il nostro business spesso in termini che non sono proprio lusinghieri. Inoltre, nell’essere bravi a fare branding si può fare in modo che l’immagine aziendale trasmessa sia tale che si appaia più ‘grandi’ di quello che si è realmente facendo affidamento, quando necessario, anche del supporto e delle competenze di primarie agenzie di marketing e di comunicazione. ‘Il tuo brand è ciò che dicono di te quando non ci sei’, ha affermato in passato, non a caso, niente poco di meno che il fondatore di Amazon Jeff Bezos.

L’uso dell’immagine per trasmettere i valori aziendali è così importante, per il professionista, per la piccola impresa come per la media e grande impresa, che tra gli esperti di marketing ci sono quelli che sono focalizzati e che sono specializzati proprio nel brand management al fine di mantenere e possibilmente di rafforzare il posizionamento sul mercato a fronte di una brand identity che sia chiara ed immediata agli occhi dei clienti, dei consumatori e dei potenziali investitori.

Verifica RCA Italia: come controllare la copertura assicurativa auto

C’è un modo per controllare la copertura assicurativa dei veicoli e si chiama Verifica RCA Italia, un’App completa, preziosa anche per i sinistri e per scoprire rapidamente se un’auto è rubata.
Il controllo della copertura assicurativa RCA si riferisce a tutti i veicoli: autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori e viene effettuato in modo semplice e rapido sfruttando le informazioni fornite direttamente dal Ministero dei Trasporti per avere la certezza assoluta sull’assicurazione di un veicolo.
Si può scaricare gratis da Google Play Store per Android? Si.
Oltre a preoccuparci della copertura assicurativa, dovremmo sapere come risparmiare sull’assicurazione in 5 mosse e questo potrete scoprirlo su certi siti specializzati in guide del tipo come-fare-tutto.it.

Come funziona Verifica RCA Italia
L’App Verifica RCA Italia è semplicissima da usare.
Una volta installata sul vostro dispositivo, non dovrete far altro che inserire il numero di targa e verificare in tempo reale se il veicolo è in regola con gli adempimenti assicurativi RCA.
Ovviamente, per farla lavorare dovrete essere connessi a Internet; state sicuri che questa applicazione consuma il minimo di batteria, è stata ottimizzata per il risparmio energetico e per ridurre al minimo anche il traffico dati e l’utilizzo della memoria.
Oltre alla copertura assicurativa RCA, avrete modo di controllare anche costo e scadenza del bollo (in base alle informazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate) per tutti i veicoli tranne i ciclomotori e perfino se sono rubati.
E’ preferibile controllare i dati in una certa fascia oraria (dalle ore 7,00 alle ore 24,00) per dar modo alla banca dati dell’Agenzia delle Entrate di aggiornarsi di volta in volta.

La sinergia col Ministero degli Interni
Il fatto di ricevere informazioni sui veicoli rubati è stato reso possibile dalla collaborazione con la banca dati Interforze del Ministero degli Interni attraverso la Direzione Centrale Polizia Criminale.
Il ritardo temporale degli aggiornamenti è di diversi giorni, questa funzione è utilizzabile a scopo puramente informativo e non può essere sfruttata a scopo legale.
Le compagnie assicuratrici provvedono ad aggiornare i dati raccolti nel database ministeriale e lo fanno quotidianamente.
Sono tanti i dettagli di un veicolo che si possono controllare grazie a Verifica RCA Italia: cavalli, cilindrata, potenza, data e regione d’immatricolazione, direttiva Euro, tipo di alimentazione, codice uso, portata, peso, termine di pagamento del bollo, ecc.

Strumento prezioso in caso di sinistri o furti
L’applicazione Verifica RCA Italia offre tantissime informazioni utili, risulta preziosa in caso di sinistri o se volete controllare se quella certa auto ‘strana’ che vedete è rubata.
In caso d’incidente, potrete verificare subito se la controparte ha pagato l’assicurazione oppure no ed è perfetta per farne un uso professionale.
Si installa rapidamente, è semplice da usare, affidabile, completa.
Sarebbe il massimo dell’ingegno se riuscisse a fornire anche targhe estere e numero di telaio.

Prestiti immediati per studenti

Normalmente, la parola “prestito” indica una somma di denaro che si chiede ad una banca come finanziamento per vari motivi, come ad esempio riuscire a pagare un mutuo o mettere in piedi un’impresa. Questa somma di denaro deve poi essere restituita per intero alla banca generalmente in rate e con tassi di interesse. Ciò che è essenziale per ottenere un prestito è la garanzia: si deve infatti dimostrare, tramite una busta paga o altri strumenti, che un giorno si riuscirà a restituire tutto il denaro. Ad esempio, un disoccupato non riuscirà mai a ottenere un prestito non avendo un lavoro che possa farlo guadagnare, oppure un’impresa con un ammontare di debiti troppo elevato non fornisce alcuna solida garanzia che possa restituire la somma ceduta dalla banca.

Secondo www.finanziamenti-subito.com, il discorso varrebbe anche per gli studenti universitari, i quali, non avendo un lavoro e quindi non percependo uno stipendio, non avrebbero alcuna garanzia sufficiente per ottenere un prestito. In realtà esistono delle interessanti possibilità per gli studenti di ricevere un prestito, che si chiama proprio “prestito per studenti”, volto a sostenere gli studenti nel loro percorso di studi.

Questi prestiti vengono di solito progettati con accordi tra banche e atenei, in modo che gli studenti possano direttamente rivolgersi alla propria università senza girare per uffici e banche locali a chiedere informazioni (che rimane tuttavia una possibilità).
Una volta richiesto il prestito, la somma, abbastanza contenuta, viene versata direttamente sul conto corrente dello studente in modo che possa usufruirne quando meglio crede. Il prestito non solo aiuta lo studente a pagarsi gli studi, i libri e l’affitto (se studia in una città diversa dalla sua), ma lo sollecita anche ad acquistare tutti quegli strumenti utili ad una più efficiente rendita scolastica, come computer, iPad ed e-Book. Il prestito per studenti, infatti, viene anche visto come un investimento per un futuro lavorativo migliore, poiché se il successo scolastico è garantito, si ha anche una percentuale in più di trovare al più presto un lavoro consono al percorso di studi intrapreso.

Lo studente, una volta laureato, ha poi due possibilità: può restituire la somma fin da subito, oppure aspettare un anno dalla laurea in modo da trovare prima lavoro e poter, quindi, per rate, restituire l’intero ammontare entro un numero specifico di anni. I tassi di interesse, poi, sono molto più sostenibili rispetto a quelli dei normali prestiti.

Non sempre, però, lo studente è tenuto a restituire l’intera somma: l’Unione Europea ha infatti promosso un’iniziativa (Diamogli futuro) che prevede una parte del prestito a fondo perduto.

Sognare i topi, significato

I topi nei sogni rappresentano dei pensieri che non ci danno tregua. Infatti i noti roditori simboleggiano le preoccupazioni della vita quotidiana che si frappongono tra la volontà e i nostri obiettivi. In questo modo i topi simboleggiano quella serie di ostacoli che ci impediscono di attuare le nostre intenzioni, ponendosi come limiti ai nostri desideri.

Di conseguenza l’inconscio fa emergere in superficie attraverso la figura del topo quel complesso di pensieri negativi che ci angosciano senza mai darci un momento di sollievo o di speranza. L’apparizione di un topo nella nostra casa innesca un sentimento di paura che ci spinge a trovare il coraggio per scacciarlo via. Ecco allora che il topo si configura nel nostro sogno come un presagio di sventura di cui vorremmo liberarci per poter vivere serenamente la nostra vita, lontano dai brutti presentimenti che mordono e corrodono il legno così come fanno i roditori. Solitamente i topi sono associati alla disonestà inaspettata di quelli che consideriamo amici.

Precisamente sognare un topo significa che nella nostra vita abbiamo la sensazione che qualcuno a noi caro sta cercando di metterci il bastone tra le ruote. Ovviamente il colore della pelle del topo influisce sul suo significato, laddove se è bianco vuol dire che il nostro inconscio è tranquillo e sereno, dato che l’animale non ci crea né disgusto né tanto meno preoccupazione; se invece il topo è nero significa che sospettiamo del comportamento ipocrita di una persona a noi vicina.

Nel caso in cui il topo non sia di piccole dimensioni, bensì grande o addirittura gigante vuol dire che la nostra angoscia è determinata dall’enorme peso che conferiamo a tutta la faccenda. Infine se sogniamo un topo morto o semplicemente di ucciderne uno vuol dire che abbiamo la necessità di reprimere qualcosa che ci tormenta e non ci permette di essere abbastanza lucidi nel valutare le opportunità offerte dalla vita.

Rimedi naturali per la tosse

Qualunque tipo di tosse si ha, essa è sempre un sintomo fastidioso soprattutto se è una tosse persistente e con colpi di tosse ripetuti. Avere la tosse è fastidioso sia che si tossisca in modo secco che con l’aggiunta di catarro, e dunque qualunque persona è portata di conseguenza ad ingerire farmaci su farmaci per vedere la tosse sparire.
Come per ogni patologia, i farmaci sono sicuramente un valido rimedio, ma se si può farne a meno a causa di eventuali effetti collaterali o perché si è soggetti allergici è un bene mettersi alla ricerca di rimedi naturali per la tosse.

Di ritrovati se ne trovano davvero tanti, spesso provengono dalle tradizioni popolari che si tramandano di generazione in generazione, i classici consigli della nonna che non falliscono quasi mai. Molti di questi rimedi naturali hanno alla loro base degli ingredienti che si ripresentano ogni volta in ogni ricetta. Parliamo del miele e del vapore, ma esistono prodotti naturali che non sono i classici rimedi della nonna ma bensì dei nuovi sistemi usati per non tossire più.
Uno dei prodotti naturali che aiuta a sconfiggere la tosse è la Liquirizia. Essa infatti sembra essere miracolosa per combattere la tosse in quanto ha una forte azione emolliente e lenitiva, agisce sulle vie respiratorie e di conseguenza fa scomparire i sintomi della tosse riducendo il muco e la congestione dell’apparato respiratorio.
La liquirizia sembra essere una radice che può far miracoli per sconfiggere la tosse, qualunque ne sia la causa, anche perché riesce ad agire contro irritazioni ed infiammazioni. Spesso la tosse infatti proviene da infiammazioni della gola, e dunque una gustosa tisana di liquirizia non può che far bene.
Un altro rimedio naturale contro la tosse è l’uso di acqua salata. L’acqua salata agisce contro le infiammazioni della gola, dunque è un valido rimedio per tutti quei tipi di tosse che sono scatenati da un infiammazione alle vie respiratorie.
La tosse può essere causata come detto in precedenza anche dalla presenza di mughi che congestionano le vie respiratorie superiori. Quale rimedio può essere migliore del vapore? Davvero pochi! Infatti, per lenire ed eliminare i colpi di tosse scatenati dalla presenza di muco, si può procedere a fare delle inalazioni di vapore, proprio come la tradizione ci ha tramandato.

Cosa vedere a Valmontone

Valmontone, piccolo comune della provincia di Roma, è uno dei centri più caratteristici dell’intera regione, a ridosso dei resti delle antiche mura, Porta Napoletana e Porta Nuova. Ricco di storia e di punti di interesse adibiti allo svago, Valmontone gode di un’ottima fama turistica. La sua posizione strategica su un rialzo tufaceo, a pochi chilometri dalla Capitale, ed il suo repertorio artistico, custodito nei musei e nelle strutture architettoniche religiose, lo collocano in alto nella lista dei luoghi da visitare, come punto di partenza ideale per un viaggio all’insegna del relax e del divertimento, della cultura e della cucina tipica laziale. Le attrattive principali, attorno a cui ruota il turismo a Valmontone sono rappresentate da numerose testimonianze storiche, da un rinomato outlet e da un grande parco divertimenti, il Rainbow Magicland.

Palazzo Doria Pamphilj e il Museo Archeologico

Fra i luoghi di cultura che meritano una visita approfondita, ricordiamo il Palazzo Doria Pamphilj, un palazzo baronale anticamente adibito a fortezza. Il Palazzo rappresenta la rinascita di Valmontone, da feudo medievale a città barocca, nei desideri più ambiziosi del principe Camillo Pamphilj. L’obiettivo di ricreare una città ideale, che comprendesse gli edifici adiacenti, fece del Palazzo un’enorme struttura, massiccia e squadrata, impreziosita dal lavoro e dalle mani esperte di molti artisti dell’epoca. Gli affreschi di stupefacente bellezza, che ancora oggi si possono ammirare grazie ad un accurato restauro all’interno del primo Piano Nobile, riprendono tematiche ben distinte, come i quattro Elementi, ed i quattro Continenti, che abbelliscono le stanze principali, la maestosa stanza del principe, dipinta da Dughet, e le due cappelle, del Padre Eterno e di Sant’Agnese, protettrice della famiglia. All’interno dello stesso Palazzo, precisamente al piano terra, si trova il Museo Archeologico, inaugurato nel 2003. Si tratta di numerose sale espositive, alcune delle quali adibite ad eventi e manifestazioni culturali, con illustrazione del territorio e presentazione dei siti archeologici.

Chiesa-Collegiata di Santa Maria dell’Assunta

Sotto il principato di Camillo Pamphilj fu costruita anche la Chiesa-Collegiata di Santa Maria dell’Assunta. Pur mantenendo al suo interno alcuni tratti dell’arte gotica, la Chiesa fu completamente realizzata in stile barocco, sotto la guida dell’architetto Mattia de Rossi. A pianta ellittica, con quattro cappelle simmetriche rispetto all’asse centrale, custodisce al suo interno alcuni dipinti barocchi, un vecchio battesimale ed un mosaico medievali. Esternamente, si presenta con un pronao concavo, decorato da quattro colonne, compreso tra i due campanili, ed una cupola ellittica. Oltre a questa struttura religiosa è possibile ammirare la chiesetta di Sant’Antonio, o di Santa Maria delle Grazie, l’unica in stile romanico.

Rainbow Magicland

Il Parco divertimenti più famoso del centro sud dell’italico stivale, Rainbow Magicland, ospita ben 38 attrazioni, fantastici eventi e organizza periodicamente degli School Day per i bambini delle scuole. Un mondo di giochi e colori, ricco di strutture ricettive al suo interno, adibite al ristoro ed allo shopping. Attorno al parco sono sorte parecchie strutture ricettive per accogliere il milione di visitatori che ogni anno lo affolla. Si possono trovare interessanti offerte Hotel + parco sia sul sito ufficiale che su siti specializzati come http://www.magicvalmontone.it

Outlet Fashion District

Vicinissimo al Rainbow Magicland, tra le attrattive più importanti di Valmontone, e del Lazio in generale, ritroviamo l’Outlet Village Valmontone. Con i suoi oltre 170 punti vendita, ed un’area commerciale di 45.000 mq, offre a tutti i suoi visitatori la possibilità di dedicarsi ad uno shopping sfrenato in totale relax.

Nelle vicinanze di Valmontone è possibile ammirare i suggestivi paesaggi dei Colli Romani, Palestrina, Artena, Labico, Cave, Castel San Pietro Romano, ed il fascino del Parco dei Castelli Romani. Un’esperienza indimenticabile, valorizzata dalla cucina della tradizione e dall’ottimo Frascati DOC.